Giù le mani da Dostoevskij

Chissà cosa avrebbe pensato Fedor Dostoevskij davanti al plotone di esecuzione zarista, ad un passo dalla fucilazione, poi miracolosamente scampata, se qualcuno gli avesse detto che un giorno, nel lontano 2022, sarebbe stato annoverato tra i “sostenitori” di un altro “Zar” che risponde al nome e al profilo di Vladimir Putin. Chissà se negli ultimi attimi da condannato a morte, magistralmente ricostruiti nell’introduzione al meraviglioso romanzo (che consigliamo) “Anja, la segretaria di Dostoevskij di Giuseppe Manfridi, avrebbe trovato spazio anche lo stupore per la peggiore ingiustizia che uno scrittore possa subire: la censura. Peggio ancora, se a farsi promotrice della censura del pensiero, quasi nella versione moderna della Bebelplatz, è addirittura un’università. Avrà ragione Nicolai Lilin quando dice che all’università Bicocca “forse considerano l’autore di Povera gente un sostenitore di Putin”?

Ed è esattamente ciò che è accaduto in queste ore, stando ad un video pubblicato su Instangram in cui lo scrittore Paolo Nori denuncia un episodio di presunta “cancel culture” da parte dell’Università Bicocca di Milano sulla Russia. Nori ha raccontato che avrebbe dovuto tenere nei prossimi giorni un ciclo di quattro lezioni su Dostoevskij, partendo dal suo ultimo libro “Sanguina ancora. L’incredibile vita di Fëdor M. Dostoevskij”. Ma in realtà, racconta Nori in una diretta in cui appare anche molto commosso, ieri sera ha ricevuto una mail dall’ateneo milanese che diceva: “Caro professore, stamattina il prorettore alla didattica mi ha comunicato la decisione presa con la rettrice dì rimandare il percorso su Dostoevskij. Lo scopo è quello dì evitare ogni forma dì polemica soprattutto interna in quanto momento dì forte tensione”.

Per fortuna, parrebbe sulla spinta delle proteste di molti docenti dello stesso ateneo, l’università, in mattinata, avrebbe fatto dietrofront, e avrebbe “reintegrato” l’autore di “Delitto e Castigo”, confermando il corso nel giorno e negli orari previsti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...