La Filarmonica di Cardiff “banna” Čajkovskij

"Inappropriato, alla luce della recente invasione russa dell'Ucraina". Con questa motivazione, la Filarmonica di Cardiff ha annullato un concerto di Čajkovskij in programma per il prossimo 18 marzo alla St David's Hall. "La decisione è dovuta al momento", ha spiegato il direttore d'orchestra Martin May. "Un membro dell'orchestra ha una famiglia direttamente coinvolta nella situazione … Continua a leggere La Filarmonica di Cardiff “banna” Čajkovskij

Chi ha fornito il giubbotto dell’Areu a Salvini?

Le immagini della "burrascosa" visita di Matteo Salvini in Polonia hanno fatto il giro del mondo. In tanti hanno notato il giubbotto ricoperto di sponsor indossato dal leader leghista. Ma in pochi si sono accorti che quel giubbotto è dell'Areu (Agenzia regionale di emergenza e urgenza), un'agenzia sanitaria istituita dalla regione Lombardia, che si occupa … Continua a leggere Chi ha fornito il giubbotto dell’Areu a Salvini?

Il sindaco polacco su Facebook: “Nessun rispetto per lei, signor Salvini!”

Dopo una giornata "storica" che ha "ribaltato" Matteo Salvini agli "onori" della politica internazionale, parla, con un post su Facebook, Wojciech Bakun, il sindaco polacco che lo ha "strapazzato" in mondovisione, mostrando la famosa maglietta con Putin che Salvini sfoggiava orgoglioso nel 2017 nel bel centro della Piazza Rossa. Salvo ora, improvvisamente, diventare antiputiniano, purtroppo … Continua a leggere Il sindaco polacco su Facebook: “Nessun rispetto per lei, signor Salvini!”

Yanis Varoufakis: “Legittimo armare gli ucraini. Ma anche i curdi e i palestinesi”

Ucraina. Parla Yanis Varoufakis. Spiega, su "L'Avvenire", che "l'unica via per fermare la guerra è la neutralità dell'Ucraina", ovvero la principale (ma non unica) condizione posta dai russi ai tavoli del negoziato: "Bisogna fermare la guerra - spiega l'ex ministro greco - e garantire il ritiro delle truppe russe dall'Ucraina. L'unico modo realista per arrivarci … Continua a leggere Yanis Varoufakis: “Legittimo armare gli ucraini. Ma anche i curdi e i palestinesi”

Marta Collot perseguitata da uno stalker

Alla vigilia della festa delle donne, Marta Collot, portavoce di Potere al popolo, ha reso pubblica la violenza di cui è stata vittima e l’incredibile piega giudiziaria che la vicenda ha assunto. Nonostante le ripetute denunce per stalking nei confronti di un soggetto che la perseguitava e nonostante un arresto cautelare dello stesso soggetto, il … Continua a leggere Marta Collot perseguitata da uno stalker